Poesia Filippo Fenara


Fotografia personale

Ciao a tutti!!! Come ogni prima settimana del mese, il post di quest’oggi è dedicato al ricordo del nostro amico Filippo.

La poesia che ho scelto per questo mese è stata scritta da lui a Ottobre del 2020 e postata nel suo blog invece proprio nel mese di Aprile 2021 e precisamente il giorno 2. Se nel leggerla mi era piaciuta perchè me lo ricorda molto col suo sentire, con il suo esprimersi, nel notare la data del post mi sono ulteriormente convinta della scelta.

Buona lettura

Già che ci siamo (Lettera a Dio)
Già che ci siamo
stendimi un tappeto di farfalle
copri le mie spalle
con una coperta di stelle
trasforma la mia solitudine
in gaudente emancipazione
nutrimi di dissomiglianza
riparami la breccia nel cuore
e fa che possa giubilare
per la salvezza
di questa catapecchia
 di fango e silicone.
Già che ci siamo
dissolvi le barriere
i muri di cinta e i recinti
rendici trasparenti
da non poterci scernere
per immagine o colore,
deodora le cimici,
rendi erbivore le zanzare
e fammi vedere con la mia famiglia
l’ultimo tramonto sul mare.

© 12/10/2020 Filippo Fenara

37 pensieri riguardo “Poesia Filippo Fenara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...